COS’È L’HOME STAGING

Home Staging
hohm ˈsteɪdʒɪŋ
home = casa; stage = palcoscenico; home staging = mettere in scena la casa

Attività che nasce negli Stati Uniti negli anni 80, e che sbarca in Italia nel 2008. Tecniche di recupero, creative design e marketing immobiliare, applicate agli spazi interni, dove vengono unite con lo scopo di trasformare e rilanciare immobili obsoleti e/o invenduti/sfitti, a basso costo, per agevolarne la commercializzazione.

Lo staging nasce per immobili in vendita, e oggi si applica anche a case in affitto, ad affitti brevi (micro-ricettività), e ad altri spazi commerciali come negozi, uffici e ristoranti. Il settore dello staging in Italia è in costante crescita, nonostante la crisi economica. Recenti statistiche dimostrano che un immobile staged vende nel 77,2% del tempo in meno rispetto alla media italiana. Lo staging tipicamente viene scelto da architetti, designer e agenti immobiliari, come servizio complementare, sempre con l’obiettivo di contrastare il mercato immobiliare attualmente in declino.

L’archiSTAGING significa in alcuni casi ristrutturazioni con il tocco scenografico finale, ovvero con lo staging vero e proprio come design appeal di un progetto bene strutturato in tutte le sue fasi. Questi interventi sono studiati nel minimo dettaglio, seguendo la filosofia della nostra attività: recuperare, rilanciare e riciclare per arrivare ad un progetto a basso impatto ambientale e a basso costo, ma di altissimo impatto emotivo e visivo.