home staging: l’importanza della prima impressione

catturare l’attenzione del potenziale acquirente e produrre il cosiddetto “effetto wow”. sono questi gli obiettivi perseguiti dall’home staging. ecco come e perché una casa ben presentata può essere venduta o affittata con successo

full house, sia all’incontro di home staging presso l’expocasa torino, con più di 120 partecipanti, sia a quello che si è svolto il giorno dopo a genova, in collaborazione con idealista.it. “il succo” della conferenza di genova è stato rappresentato dall’importanza del primo impatto positivo. barbara scheidgen, agente immobiliare e home stager associata a staged homes, ha illustrato con una serie di foto “prima e dopo” quanto è facile giocarsi l’opportunità di vendere o affittare se la prima impressione è negativa

l’esperto dell’annuncio immobiliare, vincenzo de tommaso di idealista, ha dimostrato come e con quali strumenti gli utenti – siano agenti immobiliari, home stager o proprietari – possono creare un annuncio capace di attrarre l’attenzione di un maggior numero di visitatori del portale. tra video, foto e descrizioni sono emerse anche nuove tecniche, come ad esempio l’app con cui si creano facilmente annunci che attirano interesse

vincenzo de tommaso di idealista durante il suo intervento alla conferenza di home staging a genova

il punto nodale è: “se non ho un immobile valorizzato e presentato bene, come faccio a creare un buon annuncio?”. e la risposta è semplice: non si può. è fondamentale che quanto mostrato in foto e nell’annuncio sia anzitutto allettante!e soprattutto che mostri in che modo si possono sfruttare gli spazi a disposizione. nell’esempio sottostante di home staging virtuale vediamo la differenza tra un immobile vuoto e un immobile arredato in maniera intelligente: il letto matrimoniale e la cassettiera mettono in evidenza quanto sia grande la “nicchia” apparentemente molto più piccola. queste sono informazioni utilissime per chi cerca casa

durante il seminario di home staging tenuto all’expocasa, staged homes ha proposto delle soluzioni alternative che tengono conto della ridotta disponibilità economica dei proprietari; della sostenibilità e del riciclo di mobili ed oggettistica; e del particolare tocco stilistico necessario per eseguire interventi di successo. mentre ci teniamo al passo con le tendenze internazionali e le nuove tecnologie disponibili, spesso riscontriamo difficoltà nell’implementarli, dovute allo stallo mercato. lo staging risponde puntualmente a questi ostacoli proponendo soluzioni fai-da-te e a basso costo. basso costo? yes

perché la qualità è nelle idee

i relatori dell’evento di genova sono stati di altissimo livello; tra questi anche gian luigi sarzano, presidente di credipass ed esperto immobiliare. insieme a staged homes ha lanciato la nuova formula di finanziamento nominata “prestostaging”, il primo prodotto finanziario studiato per coprire le spese relative agli interventi di home staging, in esclusiva per gli associati di staged homes

un servizio che permetterà a tutti i proprietari di affrontare con maggior tranquillità i costi legati ad un progetto di staging. la fiducia da parte del credito nello staging è l’ennesima conferma della validità del servizio

salvatore coddetta, il guru del sales e formatore per l’immobiliare e per staged homes, durante la conferenza di genova, ha descritto l’importanza del primo impatto positivo così: “ma se io mi comporto male con una donna la prima volta che usciamo – e il giorno dopo chiamo e le dico ‘sono cambiato’ – ma secondo voi, che succederà?!”. un uomo che ha capito tutto, e non solo del real estate j

ci auguriamo più annunci di alto livello, più case staged, e invitiamo i proprietari ad aprire la mente alle nuove tecniche e tecnologie disponibili che sono statestudiate al fine di agevolare la commercializzazione dei loro immobili

in programma per il 27 marzo a milano un altro incontro gratuito sulle tecniche dell’home staging per gli affitti brevi. le iscrizioni sono aperte, cliccare qui. a firenze invece, l’8 maggio, si terrà il primo seminario di home staging accreditato per crediti formativi dall’ordine degli architetti, sempre a costo zero. per partecipare, cliccare qui

per approfondimenti, per sapere come diventare un home stager o come utilizzare l’home staging nel proprio business, potete rivolgervi all’associazione italiana home stager che con i suoi 180 stager professionisti copre tutto il territorio nazionale: info@stagedhomes.it. vi aspettiamo!